Prestiti personali: documenti necessari per richiedere un finanziamento

Prestito personale: la soluzione più pratica per accedere alle risorse finanziarie necessarie per far fronte a spese non finalizzate. Ecco in breve come scegliere il prestito migliore e i documenti da presentare.

Prestiti personali documenti

Il prestito personale è uno degli strumenti finanziari attraverso i quali è possibile disporre di somme di denaro da utilizzare senza vincoli destinazione. Esso non è necessariamente collegato all’acquisto di un bene o un immobile, ma serve solo a dare liquidità all’utente, che può sfruttarlo per le più svariate esigenze, come un viaggio, spese di istruzione dei figli e qualsiasi altra necessità.

Il prestito personale può essere richiesto alle banche o società di credito, da soggetti maggiorenni e che non superano determinati limiti di età; sia italiani che stranieri, regolarmente residenti da almeno un anno nel territorio. Può avere una durata massima di dieci anni e deve essere rimborsato con rate mensili costanti.

Documenti per richiedere finanziamento

Sul mercato esiste un’ampia offerta di questa forma di finanziamento, ma prima di sceglierne una è importante valutare bene le caratteristiche di ognuna e soprattutto le condizioni economiche offerte. Per questo è fondamentale documentarsi e trovare informazioni dettagliate sui vari tipi di prestiti, sulle modalità di rimborso e ogni altra indicazione utile a capire il loro funzionamento. A tal proposito si possono sfruttare le risorse offerte dal web o recarsi presso un consulente finanziario.

Per quanto riguarda l’entità del prestito, questa deve basarsi sull’effettive capacità di rimborso dell’utente. Una volta stabilita la cifra da chiedere, per avere un’idea del valore della rata si possono utilizzare degli appositi form online, disponibili sui vari siti di confronto prestiti. Quest’ultimi sono anche utili per trovare l’offerta migliore e fare la richiesta di fattibilità direttamente online.

Prestiti personali documenti richiesti

Per accedere ad un prestito personale gli istituti di credito chiedono una specifica documentazione, tramite la quale valutano se ci sono i requisiti per la concessione. In particolare è necessario presentare dei documenti diretti ad accertare l’identità e i dati anagrafici del richiedente, quali: la carta di identità o il passaporto, il codice fiscale o la tessera sanitaria, per i cittadini italiani; il permesso di soggiorni per gli extracomunitari. Inoltre può essere richiesto un certificato di residenza o la presentazione di una bolletta dell’energia elettrica o del gas, regolarmente pagate, per la verifica dell’indirizzo di residenza. Documenti relativi al reddito e alla condizione economica, come: ultime busta paga, per i lavoratori dipendenti; cedolino per i pensionati, modelli Cud, 730 o Unico, quest’ultimo è soprattutto richiesto ai liberi professionisti, insieme al modulo F24 e alle ricevute di pagamento.

Una volta che la banca ha controllato tutti i documenti, comunica la fattibilità del prestito e quindi procede con le fasi dirette all’accreditamento delle risorse sul conto corrente dell’utente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *