Nel 2012 tre rate per l'Imu

L’Imu, ossia l’imposta municipale unica, si pagherà, almeno per quest’anno, il 2012, in tre rate: questo è quanto deciso dalla Commissione Finanze della Camera. La prima scadenza è stata fissata al prossimo 16 giugno, saranno inoltre previsti sgravi per la prima casa, uno solo per famiglia, mentre l’Irap, non verrà soppressa.

Nella giornata di ieri la Commissione Finanze della Camera ha quindi dato il via libera all’emendamento del decreto di semplificazione fiscale presentato dal relatore Gianfranco Conte, membro del Partito della libertà.vQuesto decreto prevede dunque  il versamento della nuova tassa, l’Imu, sull’abitazione principale in tre rate: cioè il 16 giugno, il 16 settembre e il 16 dicembre di questo 2012, “ciascuna pari a un terzo dell’imposta calcolata applicando l’aliquota base”.

Si prevede però che sull’ultimo pagamento potrebbe esserci un conguaglio visto che i Comuni italiani hanno la possibilità di aumentare o diminuire l’aliquota base di 0,2 punti percentuali. Per quanto riguarda il pagamento questo si potrà effettuare tramite l’apposito modello F24 delle agenzie delle Entrate o con un bollettino postale.

E’ stato poi inoltre deciso che, in caso di separazione o di divorzio, l’Imu graverà nelle tasche du chi resta nella casa, cioè su chi ha un diritto di abitazione anche non essendone proprietario. Infine, come già segnalato in apertura,  non sono tate modificate le aliquote Irpef mentre non è stata soppressa l’imposta regionale sulle attività produttive, cioè l’Irap.

Se volete essere sempre aggiornati su tutti gli avvenimenti principali del calendario fiscale non dovete far altro che continuare a leggerci, sempre qui, su queste pagine, dove trovate news e approfondimenti legati al mondo dell’economia, alla sua attualità, alle imprese, ai finanziamenti a fondo perduto, ai mutui, alle carte di credito ec…