Tom Tom lascia Google e passa ad Apple salendo in borsa

Abbandonare Google per passare ad Apple, questa è l’ultima scelta aziendale di Tom Tom, la nota società olandese dei navigatori che è ora pronta a fornire mappe in 3 D al colosso americano.

La società olandese ha infatti appena annunciato che passerà a fornire al colosso tecnologico di Cupertino mappe e informazioni, per aiutare la Mela a sviluppare un sistema diverso da Google Maps, il canale di mappe del motore di ricerca più famoso del mondo.

Dovete sapere che Tom Tom è un gigante delle mappe e il suo archivio di cartine digitali raccoglie oltre 200 Paesi in tutto il mondo, Cina esclusa, e dispone inoltre del più preciso sistema di informazioni sul traffico in tempo reale, il noto Live Traffic.

E’ dunque finito un matrimonio di successo, ma una nuova relazione è già nata, e siamo sicuri che questo rapporto fresco fresco manderà presto in soffitta i navigatori come li conosciamo finora, perché Apple deve rivedere, come sempre, tutto a suo modo e non mancheranno quindi nuove funzioni e altri servizi.

Un giorno prima dell’annuncio ufficiale l’Apple aveva presentato al Worldwide Developer Conference di San Francisco un suo nuovo sistema di mappe in tre dimensioni che, oltre a mostrare le città e le strade in 3 D, è integrato con il comando vocale Siri, utilissimo per l’automobile, e solamente in pochi potevano pensare che si trattasse di una fortunata coincidenza.

In seguito all’annuncio il titolo dei navigatori Orange ha festeggiato in Borsa, sulla piazza di Amsterdam, dove è schizzato del 16% mentre a New York la grande G cedeva un punto percentuale, per effetto della nuova sinergia.